Le Nostre Terapie: Ultrasuoni ad Alta Cavitazione

Gli ultrasuoni sono onde acustiche con frequenze superiori ai 20 kHz (20.000 Hertz), la massima frequenza udibile dall’orecchio umano (da cui il nome). Sono generate sollecitando un quarzo con un campo elettrico di cui si inverte periodicamente la polarità: per effetto del campo elettromagnetico che si crea, il quarzo si comprime ed espande, generando delle vibrazioni meccaniche che provocano le onde acustiche degli ultrasuoni. Penetrando in un sistema biologico, le onde perdono energia, cedendola al sistema che attraversano con un meccanismo di attenuazione. Più alta è la frequenza dell’onda, maggiore è l’attenuazione (quindi penetra meno profondamente): generalmente le onde entrano fino a profondità comprese tra 1,5 e 5 cm. Il sistema biologico può essere un tendine, un muscolo o un osso. La cessione di energia viene convertita in calore, le cui proprietà terapeutiche sono ben note da centinaia di anni.

L’effetto degli ultrasuoni in Classe E, oltre a svolgere un’azione meccanica diretta, induce il fenomeno della CAVITAZIONE. Tale fenomeno consiste nella produzione di micro bolle di vapore che implodendo generano onde shock in grado di ledere le calcificazioni riducendone la densità minerale. Queste ultime subiscono così una disgregazione in particelle di minime dimensioni che verranno assorbite fisiologicamente.

Il trattamento sequenziale offre all’operatore la possibilità di utilizzare applicatori a scansione multidisco dotati di una elevata superficie di contatto e semplicemente applicabili con normali fasce elastiche. L’emissione di ultrasuoni avviene in modo sequenziale e permette all’operatore di conseguire un trattamento con massaggio automatico su un’ampia superficie, senza richiedere un intervento manuale dedicato.

La commutazione automatica di frequenza consente di sfruttare contemporaneamente le diverse focalizzazioni delle frequenze di 1 e 3 MHz. L’operatore, ad esempio, ha la possibilità di impostare il tempo di erogazione alla frequenza di 1MHz e il tempo di erogazione alla frequenza di 3MHz, variando in questo modo la focalizzazione e la profondità del fascio ultrasonico e ottenendo un vero massaggio sottocutaneo mirato.

Sono disponibili due modi di funzionamento:continuo e pulsato. Nel modo difunzionamento continuo l’energia ad ultrasuoni causa un riscaldamento dei tessuti trattati, sottoponendoli inoltre ad un’azione meccanica di massaggio ad alta frequenza.

Il modo di funzionamento pulsato consente di modulare l’energia a radiofrequenza mediante un’onda quadra di periodo pari a 10ms e duty-cycle variabile dal 10% al 90%, in modo da ridurre l’effetto termico, mantenendo invariata la pressione di picco esercitata sui tessuti dall’onda acustica. La densità di potenza di uscita può essere regolata in modo continuo da 0,1W/cm2 a 3W/cm2.

Fisiosonic® Plus è dotato dei sistemi di autocalibrazione e di controllo contatto visivo e sonoro.

L’apparecchio è provvisto di un ingresso per il collegamento ad apparecchi di elettroterapia (serie Modulo); l’operatore ha così la possibilità di effettuare, con qualsiasi applicatore in dotazione, unaterapia combinata.

Completamente gestito da un microprocessore di ultima generazione, Fisiosonic® Plus unisce alla praticità di usare 40 protocolli terapeutici preimpostati l’opzione di crearne e memorizzarne dei nuovi, nelle sue 10 memorie libere. L’interfaccia utente dotata di tastiera a membrana e di ampio display grafico a cristalli liquidi offre un impatto decisamente moderno e professionale.

I risultati ottenuti dalle sperimentazioni effettuate in ambito universitario hanno dimostrato che, oltre all’efficacia nella riduzione della densità minerale nelle lesioni fibro-calcifiche e nelle metaplasie dei tessuti molli, Fisiosonic® Plus è determinante nel miglioramento della estensibilità e mobilità tissutale, ridotta nei processi cronico-degenerativi.

Via Santorre di Santarosa, 19
Quartu Sant'Elena (CA)
studiofkt.spiga@tiscali.it
+39 338 1644743